Pedala Pino, pedala

Stacks Image 11120
Testo e musica di Gianluca Gennari

Testo

Té dai Pino pedala pedala pedala an pó püsé fòrt che quatr'ùre da strada a cà le t'à purtarà
Té dai Pino pedala pedala fa 'n dà j pé püsé fòrt che con stà nòt anstelàda Adelìna la t'à spèta là.

A scapà vià da Cremùna,che pùra, t'à gh'ìet da ès pròpe 'n màt o forse l'éra la òja, la òja da turnà a cà
Pasà vià töcc i vìcui che vìcui,apò a chèi püsé scür, pasà 'n mèss ai teré da melgòt, sèla düra e cül rót

Per dàga an mà a chèla fióla 'nsé bèla nà rosa rübàda al fósc d'àn giardì per pasà ne anche 'n ùra, an ùra da Paradìs
E per Adelìna al sò Pino al gh'éra catàt àna stèla da chèl ciél anstelàt e che mai da nisü la sa sarès fàcia purtà vià.

Té dai Pino pedala pedala pedala an pó püsé fòrt pènsa mia a la strada,a la strada che t'à gh'ét amò da fa
Té dai Pino pedala pedala fa 'n dà j pé püsé fòrt sénsa mìa pensà che 'n dé t'à gh'arèset ghignàt sö da bröt.

Scapà vià da Cremùna per na d’ùna, ma l’éra chèla ‘nportante apò se t’à séret convinto che certo jè dóne ma mia Sante
Té dai Pino pedala, pedala t'a sentìet pö neànche 'l frèt
batìa fòrt al tò cor so mia se per le pedalàde o l'amór


Per dàga an mà a chèla fióla 'nsé bèla nà rosa rübàda al fósc d'àn giardì per pasà ne anche 'n ùra, an ùra da paradìs
E per Adelìna al sò Pino al gh'éra catàt àna stèla da chèl ciél anstelàt e che mai da nisü la sa sarès fàcia purtà vià.

E per Adelìna al sò Pino al gh'éra catàt àna stèla da chèl ciél anstelàt e che mai da nisü la sa sarès fàcia purtà vià.

Traduzione

Pino pedala, pedala, pedala un pò più forte che quattro ore di strada a casa ti porteranno

Pino pedala, pedala fai andare i piedi più forte che con questa notte stellata Adelina ti aspetta là

A scappar via da Cremona che paura, dovevi essere proprio un matto o forse era la voglia, la voglia di tornare a casa

Passar via tutti i vicoli, che vicoli, anche quelli più scuri passare in mezzo ai campi di granturco, sella dura e culo rotto

Per dare in mano a quella ragazza così bella una rosa rubata al buio di un giardino, per passare meno di un’ora, un’ora di Paradiso
E per Adelina il suo Pino le aveva colto una stella da quel cielo stellato e che mai da nessuno se la sarebbe fatta portare via (sottrarre)

Pino pedala, pedala, pedala un pò più forte, non pensare alla strada, alla strada che devi ancora fare
Pino pedala, pedala fai andare i piedi più forte senza pensare che un giorno ci avresti riso “su di brutto” (un sacco)

Scappar via da Cremona per una donna, ma era quella importante, anche se eri convinto che certo sono donne ma non sante
Pino pedala, pedala non sentivi più nemmeno il freddo, batteva forte il tuo cuore non so se per le pedalate o l’amore

Per dare in mano a quella ragazza così bella una rosa rubata al buio di un giardino, per passare meno di un’ora, un’ora di Paradiso
E per Adelina il suo Pino le aveva colto una stella da quel cielo stellato e che mai da nessuno se la sarebbe fatta sottrarre

E per Adelina il suo Pino le aveva colto una stella da quel cielo stellato e che mai da nessuno se la sarebbe fatta sottrarre
Stacks Image 11168