L'ostès el sunadùr

Stacks Image 11027
Testo e musica di Gianluca Gennari

Testo

A sédes àgn gh’ó ciapàt nà còcia per nà fiulèta
Al fàto l’è che lé la mà parìa nà principèsa
E sè che l’éra mìa la prima che mé nasàe*
Nótre parlàem dal più e dal meno Madòra* che còcia che gh’ére adòs Lé la mà disìa che da grande la gh’arès vursìt fa l’òstes
Mé gh’à respundìe che da grande mà sarès pasìt da mac sunà, sunà
A sedés àgn gh’ó cunusìt nà biùnda La mà parìa bèla tàme chèle da la téle
Al fàto l’è che mé purtàe gnamò j’ugiài
Ma adès che i pòrte gh’ ó capìt al temp*
Lé l’éra bèla ma òlta an sàcol e mèz* Lé la mà disìa che da grande la gh’arès vursìt fa l’òstes
Mé gh’à respundìe che da grande mà sarès pasìt da mac sunà, sunà Adès che só grànt la còcia l’è pasàda Mà par nà ròba strana ma per fürtüna sùne
Sùne e mà piàs gh’ ó nà pasiù fò dal nurmàl
E quànt pènse a lé che la vursìa fa l’òstes
Sciòpe a ghignà, l’è òlta an sàcol e mèz
Lé la mà disìa che da grande la gh’arès vursìt fa l’òstes
Mé gh’à respundìe che da grande mà sarès pasìt da mac sunà, sunà Lé la mà disìa che da grande la gh’arès vursìt fa l’òstes
Mé gh’à respundìe che da grande mà sarès pasìt da mac sunà, sunà


*sunadùr: sottospecie di musicista
*madòra: diamine, esclamazione
*E sè che l’éra mìa la prima che mé nasàe: quella, non era la mia prima esperienza
* gh’ ó capìt al temp*: capire la situazione
*òlta an sàcol e mèz: un metro virgola cinquanta di statura

Traduzione

A sedici anni ho preso una cotta per una ragazza
Il fatto è che lei mi senbrava una principessa
E si che non era la prima che conoscevo
Noi parlavamo del più e del meno Madòra che cotta che avevo addosso
Lei mi diceva che da grande avrebbe voluto fare l’hostess
Io le rispondevo che da grande mi sarebbe piaciuto da matti suonare, suonare
A sedici anni ho conosciuto una bionda, mi sembrava bella come quelle della tele
Il fatto è che io non portavo ancora gli occhiali
Ma adesso che li porto ho capito il tempo
Lei era bella ma alta uno zoccolo e mezzo
Lei mi diceva che da grande avrebbe voluto fare l’hostess
Io le rispondevo che da grande mi sarebbe piaciuto da matti suonare, suonare
Adesso che sono grande la cotta è passata
Mi sembra una cosa strana ma per fortuna suono
Suono e mi piace, ho una passione fuori dal normale
E quando penso a lei che voleva fare l’hostess
Scoppio a ridere, è alta uno zoccolo e mezzo
Lei mi diceva che da grande avrebbe voluto fare l’hostess
Io le rispondevo che da grande mi sarebbe piaciuto da matti suonare, suonare
Lei mi diceva che da grande avrebbe voluto fare l’hostess
Io le rispondevo che da grande mi sarebbe piaciuto da matti suonare, suonare







Stacks Image 11204