Co la tèra sota i pé

Stacks Image 11027
Testo e musica di Gianluca Gennari

Testo

Ancó sa spùsa Silvia, la gh’à ‘ndòs nà camisèta bianca e dj blù gins blö da D’Ng
Marco lè töt lecàt* al gh’arès mai déc che nà giurnàda isé la sarès riàda an pó tròp a la svèlta apò per lü
Dala bursèta lée la tira fóra al telefunì, an messaggio d’auguri per chèl dé ché Marco che’l sbìrcia an pó e pò ‘l sa tóca an mèz a le gambe e al gh’à peca zó an bèl ghignèt e j la òlta vià
Là an chèla stànsa dal cümü sensa prét né cumuniù, tanti fiór, pochi amìs, al sìndec mama e papà
Eh, pàsa j agn, pàsa le storie, pàsa i bèi mumènc
Eh, cambia le generasiù, cambia le mode, ma la realtà l’è da restà ché có la tèra sóta ai pé, con la crapa an sö le spàle sensa sbàtesèn le bale Ujéjéjéjéjé.....Ujéjéjéjéjé......
Töte le giamare* le stà scundìde didré da le finestre le vor sbircià, l’è nà nuità Jè ciapàde al punto che le sa dimèntica che ai sò tèmp j gh’arès mìa acetàt nà ròba isé, l’è pròpe isé
Tòne* lè là pustàt sö la panchina da la piasèta che j nà pol pö al vor vèt i spùs Pugiàt al zinòc al gh’à ‘l gumbèt*, la ma che la tègn sö al balbós, al gh’à ‘n òc vèrt e vü seràt
Là nà la piasèta dal cümü sénsa vél né deusiù, gh’è aria da primaéra, le piante che le sa piega e Tòne che ‘l
sé ‘ndurmentat
Eh, pàsa j agn, pàsa le storie, pàsa i bèi mumènc
Eh, cambia le generasiù, cambia le mode, ma la realtà l’è da restà ché con la tèra sóta ai pé, con la crapa an sö le spàle sensa sbàtesèn le bale jééééé................
Ancó sa spùsa Silvia la và a stà an sesànta metre quadre da ‘n apartamènt lé visì a Umbrià


*có la tèra sóta ai pé: con i piedi saldi a terra
* töt lecàt: tutto bello pulito e prof umato, preparato a festa
* giamare: vecchie e curiose donne di un tempo antico
*Tòne: personaggio folcloristico cremasco
*gumbèt: Gomito

Traduzione

Oggi si sposa Silvia, indossa una camicetta bianca e dei blue jeans blu di D&G
Marco è tutto leccato non avrebbe mai detto che una giornata così sarebbe arrivata un po’ troppo alla svelta anche per lui
Dalla borsetta lei tira fuori il telefonino, un messaggio d’auguri per questo giorno
Marco che sbircia un po’ e poi si tocca in mezzo alle gambe e ci picchia una bella risata e la volta via
Là, in quella stanza del comune senza prete ne comunione, tanti fiori, pochi amici, il sindaco, mamma e papà
Eh, passano gli anni, passano le storie, passano i bei momenti
Eh, cambiano le generazioni, cambiano le mode, ma la realtà è di restare qua con la terra sotto i piedi, con la testa sulle spalle senza sbattercene troppo le palle Ujéjéjéjéjé.....Ujéjéjéjéjé......
Tutte le giamare stanno nascoste dietro le finestre, vogliono sbirciare, è una novità
Sono prese al punto che si dimenticano che ai loro tempi non avrebbero accettato una cosa così, è proprio così Tòne è la appostato sulla panchina della piazzetta che non ne può più, vuole vedere gli sposi
Appoggiato al ginocchio ha il gomito, la mano che tiene su il mento, ha un occhio aperto e uno chiuso
Là, nella piazzetta del comune senza velo né devozione, c’è aria di primavera, le piante che si piegano e Tòne che si è addormentato
Eh, passano gli anni, passano le storie, passano i bei momenti
Eh, cambiano le generazioni, cambiano le mode, ma la realtà è di restare qua con la terra sotto i piedi, con la testa sulle spalle senza sbattercene troppo le palle Ujéjéjéjéjé.....Ujéjéjéjéjé......
Oggi si sposa Silvia, va ad abitare in sessanta metri quadri di un appartamento, lì vicino a Ombriano
Stacks Image 11204